Enrico Gramigna

Enrico_Gramigna_ridViolino, viola

Dopo aver intrapreso lo studio del violino presso l’Istituto Musicale “Arcangelo Corelli” di Cesena col compianto M° Ercole Zavatti, ed aver proseguito presso l’Istituto Musicale “Giuseppe e Luigi Malerbi” di Lugo col M° Marco Facchini, si diploma in violino presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna sotto la guida del M° Franco Andrini.

Oltre al cursus che gli ha permesso di frequentare le lezioni di quartetto del M° Luciano Bertoni, ha seguito corsi tenuti, tra gli altri, dai Maestri Cristiano Rossi e da Roberto Noferini. Nel dicembre 2010 gli viene conferita la prima borsa di studio intitolata alla memoria di Eudoro Maramotti.

Ha avuto possibilità di esibirsi in prestigiosi teatri italiani (Ravenna, Cesena, Forlì, Mantova, Parma, Modena, Reggio Emilia, Bolzano) ed ha preso parte a numerose rassegne tra le quali spiccano “Ravenna Festival” e “I Concerti della Normale” con prestigiose orchestre come l’Orchestra “Città di Ravenna”, l’Ensemble Barocco “Affetti Harmonici”, l’Orchestra “Jupiter”, l’Orchestra “Voxonus” e l’Orchestra del Teatro di Savona.

Nonostante i tanti anni passati col violino moderno, il repertorio su cui riversa maggior attenzione è quello barocco. Lo si vede, infatti, impegnato ad ottenere il Diploma di Secondo Livello in Violino Barocco presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena, sotto la guida del M°Luca Giardini. Altri Maestri che lo hanno formato sulla prassi barocca sono Stefano Montanari, Suzanne Scholz, Doron Sherwin, Francesco Tasini, Maria Luisa Baldassari e Francesco Maria Bressan.

Oltre ad essere presente in svariate compagini orchestrali che fanno della filologia della musica antica la loro bandiera, è fondatore del gruppo “Ensemble Mos Maiorum”, formazione votata alla diffusione delle triosonate, patrimonio infinito della letteratura barocca, composta da due violini, un violoncello e un clavicembalo. Con questa formazione ha vinto il primo premio al X Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Riccione” nella sezione musica da camera.

Dal 2012 collabora stabilmente anche con la “Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore” con la quale ha già avuto modo di esibirsi in svariati concerti e di incidere un primo CD edito da Tactus.

Si è dedicato, inoltre, ad approfondire le letterature di altri periodi storici che lo vedono impegnato in esecuzioni di compositori romantici e contemporanei.

Collaborando con vari artisti della musica leggera, folkloristica e jazz tra i quali spicca la recente esperienza con Cheryl Porter, si è, inoltre, cimentato in esperienze musicali che travalicano il genere colto, mettendo in luce una certa poliedricità che gli è valsa molti attestati di merito in ogni campo.

Collabora con numerose compagini orchestrali sia in Italia sia all’estero tra le quali Talenti Vulcanici (gruppo di musica antica di Napoli con i quali inciderà due dischi), l’Orchestra Sinfonica di Savona e Philharmonia Britannica. Tra le rassegne e festival cui ha preso parte si trovano Grandezze e Meraviglie, Baveno Festival Umberto Giordano, I Concerti dell’Accademia, Milano Classica e le Settimane Barocche di Brescia.

All’intensa attività concertistica associa quella di insegnante, che svolge presso”Mikrokosmos” di Ravenna, “I Musici” di Lugo (Ra), “Crescendo in Musica di Sant’Agata sul Santerno” (Ra) e “Music Academy” di Faenza (Ra).

Enrico Gramigna